Commissione di massimo scoperto della banca: è illegittima e non va pagata   La commissione di massimo scoperto è illegittima e non può essere addebitata viagrasansordonnancefr.com dalla banca, anzi non va pagata e va restituita al cliente.   La commissione di massimo scoperto è un costo illegittimo che i privati e le imprese hanno trovato…

La “Legge Bersani” del 2007 ha disciplinato la c.d. “portabilità dei mutui”: il Codice Civile prevede la possibilità che – per volontà del debitore – il creditore cialis generique originario venga sostituito (“surrogato”) da un nuovo creditore, il quale fornisce al debitore la provvista per pagare il primo creditore. Nella prassi dei mutui, la Banca…

II valori del “made in Italy” oggi sono rappresentati dall’estetica e bellezza, il lusso e il confort, la passione, la creatività e la qualità, che identificano il “life style” italiano. I settori di maggior interesse, per classi di clienti alte, sono il fashion and accessories, il food, le furniture and design, robotics and electronics. La…

Trust ed operazioni commerciali Un ulteriore piano in cui l’istituto dei trust trova ampia possibilità di utilizzazione è quello connesso alle operazioni commerciali attinenti alla normale gestione delle imprese o delle professioni. In particolare, ciò si manifesta soprattutto quando, per la natura del contratto sottostante o dell’incarico professionale ricevuto, emerge la necessità di segregare delle…

Trust e patti parasociali Il trasferimento della proprietà dei beni oggetto del trust dal disponente al trustee, con conseguente perdita da parte del primo soggetto dell’esercizio dei diritti sulle cose vincolate in favore del secondo, consente di impiegare i trust anche nei rapporti societari in sostituzione dei patti di sindacato ovvero nella programmazione dei passaggi…

Trust e passaggio generazionale Posted by daniela caputo | Asset Protection & Trust | Commenti disabilitati Trust e passaggio generazionale Venendo da ultimo a trattare l’impiego dei trust nella programmazione dei passaggi generazionali si rileva come tali strumenti siano particolarmente efficaci nel perseguire congiuntamente le seguenti esigenze solitamente manifestate in tale contesto dagli imprenditori (sia…

Trust e procedure concorsuali Nell’individuare i possibili ambiti di applicazione dei trust ritengo che il terreno su cui tali strumenti spieghino massimamente i loro effetti sia costituito dalle procedure concorsuali di cui al R.D. 16 marzo 1942, n. 267 (“L. F.”), ed in particolare sia nelle procedure diverse dal fallimento (piano attestato, concordato preventivo e…

Trust e fallimento Se è vero, com’è vero, che la procedura fallimentare, per effetto della sentenza dichiarativa di fallimento, determina ex lege la costituzione di un vincolo di destinazione del patrimonio del fallito finalizzato, da quel momento, al soddisfacimento dei creditori concorsuali, è altrettanto vero che il precisato vincolo viene meno con la chiusura del…

Trust e concordato preventivo Incentrando ora l’attenzione sulle procedure diverse dal fallimento, l’analisi si focalizzerà sul concordato preventivo, nella consapevolezza che le riflessioni sviluppate in tale ambito si possono ben sagomare anche sull’istituto della ristrutturazione dei debiti. In tema di concordato preventivo la norma pone l’accento sulla capacità della proposta concordataria di ottenere il favore…

Le finalità perseguibili, anche l’effetto patrimoniale segregativo, con l’istituzione di un Trust possono essere di varia natura; cassafortead esempio: filantropico-caritatevoli; successorie o volte a favorire il passaggio generazionale; dirette a preservare il fondo del trustee da future pretese creditorie o di altra natura. Resta inteso, comunque, che la “causa” del trust costituirà l’elemento centrale su…

© 2014 LAWYER & ATTORNEY THEME | MADE WITH LOVE!

logo-footer

STAY CONNECTED WITH US: