mutui 2

La “Legge Bersani” del 2007 ha disciplinato la c.d. “portabilità dei mutui”: il Codice Civile prevede la possibilità che – per volontà del debitore – il creditore cialis generique originario venga sostituito (“surrogato”) da un nuovo creditore, il quale fornisce al debitore la provvista per pagare il primo creditore. Nella prassi dei mutui, la Banca B eroga al mutuatario M un mutuo finalizzato al pagamento della precedente Banca A, la quale rilascia quietanza al mutuatario non avendo più nulla a pretendere. Da quel momento in avanti, il mutuatario dovrà pagare le rate esclusivamente alla Banca B. Il meccanismo ora descritto deve avere luogo senza costi per il cliente: anche il costo della prestazione notarile è posto a carico della nuova banca che subentra alla precedente. L’istituto della “surrogazione” opera – nel caso in esame – nel senso che a fronte dell’erogazione del secondo mutuo non verrà iscritta una nuova ipoteca: la Banca B sarà garantita dall’ipoteca già iscritta originariamente a favore della Banca A, la quale non verrà cancellata malgrado l’estinzione del debito che il mutuatario aveva contratto con la stessa Banca A. Il subentro della nuova banca nella garanzia ipotecaria verrà annotato, a cura del notaio, a margine dell’originaria iscrizione.

Fino ad oggi l’istituto della portabilità dei mutui non ha avuto la diffusione sperata: si assiste ancora, come in passato è sempre avvenuto – ma non è il caso disciplinato nella nuova norma – all’intervento di una nuova banca per finanziare l’estinzione del precedente mutuo. In questa ipotesi, però, la seconda banca vede sorgere un proprio credito autonomo rispetto a quello della prima banca e assistito da una ipoteca del tutto indipendente da quella precedente, che viene cancellata.

CategoryFinancing
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2014 LAWYER & ATTORNEY THEME | MADE WITH LOVE!

logo-footer

STAY CONNECTED WITH US: